LA SEDIA DI LULU’, con AICS il VALORE DELLA PET THERAPY SALE IN CAMPIDOGLIO

0
203
Lunedì 6 maggio alle 10 nella sala della Promoteca incontro con al centro l’esperienza della associazione Chiaramilla e l’importanza dei cani da supporto alle persone con disabilità
Una presentazione di grande prestigio quella che vedrà protagonista il gruppo dei ragazzi dell’Associazione ChiaraMilla, che – affiliata ad Aics – da anni si occupa di formazione di cani da supporto a persone con disabilità e di Pet Therapy in importanti strutture sanitarie del territorio emiliano-romagnolo,  tra cui il Montecatone Rehabilitation Institute di Bologna, il Policlinico S. Orsola di Bologna, l’Ospedale S. Anna di Cona (Fe) e numerose strutture per Anziani, centri per Handicap, ASP e USL di Imola, Bologna Ferrara e Forlì-Cesena. Si terrà, infatti, lunedì 6 maggio alle 10 nella sala della Protomoteca del Campidoglio l’incontro “La sedia di Lulù: il valore della Pet Therapy”. L’evento è stato organizzato da Roma Capitale nella persona di Daniele Diaco, presidente IV CCP Ambiente, in collaborazione con l’Associazione ChiaraMilla e l’Associazione Be+factory.
Proprio Daniele Diaco aprirà l’incontro insieme ad Andrea Venuto, Delegato alla accessibilità universale della Sindaca Virginia Raggi. Interverrà, inoltre, Teresa Maria Zotta,  Presidente della XI commissione scuola di Roma Capitale. Saranno presenti all’evento il Presidente della Fondazione Montecatone Marco Gasparri e Mario Tubertini, Direttore Generale del Montecatone Rehabilitation Institute come  rappresentanti di un’unità spinale di eccellenza dove ChiaraMilla svolge un progetto di Pet Therapy dal titolo “Abili a 4 zampe” da ormai oltre 5 anni.
Pubblico dell’evento saranno numerosi studenti delle scuole romane. Ospite speciale sarà Padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi. Modererà l’incontro Paola Severini Melograni, giornalista di TGR Rai Parlamento.
Ma il vero clou dell’evento saranno gli interventi di Alessandra Santandrea e Marina Casciani, autrici del libro “La sedia di Lulù” (Itaca Edizioni) la cui ampia diffusione in centinaia di incontri su tutto il territorio nazionale, che hanno coinvolto scuole, associazioni, centri culturali, enti locali e istituzioni con oltre 20.000 copie vendute, ha portato ad una grande sensibilizzazione sul tema della disabilità e del prezioso aiuto che i cani da supporto forniscono a persone che hanno difficoltà motorie, arrivando anche all’emissione da parte della Regione Emilia Romagna del decreto regionale del luglio 2014 che equipara i cani da supporto a disabili ai cani guida per ciechi, di cui però, ad oggi, manca ancora una applicazione.
Un lavoro capillare e meticoloso quello portato avanti dalle due autrici che, grazie al ricavato della vendita del libro, ha reso possibile la messa in opera di lavori di adeguamento della struttura di ChiaraMilla necessari a permettere una maggiore accessibilità da parte di tutte le persone con disabilità che, a vario titolo, frequentano il centro e di raccogliere fondi per sostenere i progetti di IAA (pet therapy) attivati su tutto il territorio. Inoltre,  proprio grazie a quanto nato in questi anni di incontri, eventi e appuntamenti a vari livelli, Alessandra è giunta ad una vera riscoperta di sé, fino a diventare essa stessa istruttore cinofilo e coadiutore del cane in IAA e a cominciare un vero e proprio lavoro nell’Associazione ChiaraMilla. Oggi, infatti, Alessandra, con Lulù e con altri tre cani con cui ha allargato la famiglia, conduce progetti di pet Therapy ed è divenuta vicepresidente della Associazione che, da pochi giorni, ha ottenuto il Nulla Osta e la relativa iscrizione a Digital Pet, portale Ministeriale, come Centro Specializzato in IAA con animali residenziali, una delle rare realtà oggi presenti in Italia con tali requisiti.  Un’attività preziosa e di grande aiuto per le persone in difficoltà, dunque, quella che ChiaraMilla mette in campo, come testimonieranno durante l’evento in Campidoglio anche Brandon Ladson, Lisa Costa e Silvia Bolognesi, allievi di Alessandra ed ex pazienti di Montecatone ed oggi operatori della Associazione ChiaraMilla che, supportati dai propri cani da assistenza, renderanno evidente come questi animali forniscano anche a loro un importantissimo aiuto nella vita di tutti i giorni e come, l’esperienza di Alessandra stessa, abbia permesso loro di intraprendere la sua stessa strada, migliorando la loro qualità di vita.
Altri interventi previsti durante la mattinata sono quelli dell’attore Edoardo Boselli e del cantautore Thomas Cheval che offriranno una performance live. Dal libro, infatti, sono nati lo spettacolo teatrale “Più di prima”, che in questi anni è stato messo in scena in 14 prestigiosi Teatri d’Italia (tra cui, nel Dicembre scorso, il Teatro India di Roma con patrocinio di Roma Capitale) e un brano musicale, “Mille passi”, scritto e cantato dallo stesso Cheval, dedicato ad Alessandra e Lulù.  Al termine dell’evento ci sarà poi una dimostrazione di Lulù, che farà vedere concretamente il supporto che fornisce ad Alessandra nella quotidianità.
La storia di Alessandra
L’11 settembre 2002 Alessandra è vittima di un incidente stradale che la condanna alla sedia a rotelle.  Da quella tragedia comincia un cammino di rinascita, il venir meno di una modalità “normale” di vita – in cui tutto è scontatamente vissuto e goduto – e Alessandra arriva a scoprire che «quel destino aveva in serbo per me il più grande dolore e la gioia più grande» e che è possibile «trovare quanto di più positivo può esserci in un dramma». Coprotagonista della storia di Alessandra è Lulù, una cucciola meticcia che,  opportunamente addestrata, diventa sua inseparabile compagna e la aiuta in ogni istante della sua quotidianità. Trascinata da Lulù, Alessandra intreccia relazioni, supera ostacoli e barriere, paure e solitudine, silenzi e pregiudizi,  tanto da divenire la prima ragazza diversamente abile a svolgere gare di obedience a livello agonistico in Italia.  La loro storia è stata pubblicata in un libro, “La Sedia di Lulù”, il cui ricavato va a sostegno dell’Associazione
ChiaraMilla (www.chiaramilla.it), nata per diffondere le tecniche di terapia e attività assistite dall’animale (PetTherapy) che aiutano a migliorare il benessere di persone costrette a vivere disagi di vario genere.  Dalla pubblicazione del libro Marina Casciani (regista dello spettacolo, coautrice del libro e responsabile di ChiaraMilla), Alessandra e Lulù girano tutta Italia per far conoscere, in particolare nelle scuole, la loro storia e l’importanza per i disabili dei cani da supporto ed è scaturita per Alessandra una possibilità lavorativa all’interno della struttura di ChiaraMilla.
L’ASSOCIAZIONE CHIARAMILLA, affiliata al comitato AICS di Ferrara, rientra nella mappa digitale delle associazioni che, affiliate ad Aics, offrono sul territorio servizi sportivi, sociali e culturali per l’inclusione delle persone con disabilità (per saperne di più, http://www.aicsemiliaromagna.it/?p=610)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here